tiportoviaconme > Consigli di viaggio > Come viaggiare spendendo poco

Come viaggiare spendendo poco: 52 consigli per risparmiare

by tiportoviaconme

Una delle abilità che abbiamo affinato in un anno di viaggio in Asia è sicuramente come viaggiare spendendo poco. Quando siamo partiti ci siamo dati un budget giornaliero di 10€ a testa per le spese quotidiane (comprende cibo, alloggi e trasporti, escursioni e ingressi) e per rispettarlo abbiamo dovuto imparare un po’ di trucchi per risparmiare.

Spesso ci chiedono come facciamo a viaggiare senza un lavoro, senza entrate fisse e non essendo ricchi. Beh un trucco c’è: viaggiare risparmiando! Ti stupirà quanti piccoli accorgimenti si possono adottare per viaggiare low cost e il bello è che quasi tutti valgono per qualsiasi viaggio, dal quello di lunga durate alla vacanza breve.

Pronto? Vediamo allora tutti i consigli!

Consigli generali

1. Studia

È la prima fase per organizzare qualsiasi viaggio e quella che ti farà risparmiare di più. Cercando informazioni online sul paese che vuoi visitare puoi capire ad esempio quali tappe ti interessano e quali puoi saltare, quali sono gli aeroporti con voli più low cost, scoprire i mezzi più economici per viaggiare, ottimizzare l’itinerario, trovare consigli per risparmiare da viaggiatori che sono stati in quel paese. Oggi puoi evitare di comprare le guide cartacee, su forum e blog si trovano tantissime informazioni e spesso più aggiornate.

2. Ottimizza l’itinerario

Individua un itinerario che ti faccia sì toccare tutto quello che ti interessa senza correre troppo, ma soprattutto ottimizzando i trasporti, per evitare di viaggiare spendendo soldi inutili percorrendo più volte una tratta o allungando il tuo percorso.

3. Viaggia in bassa stagione

Lo sappiamo, non sempre è possibile. Ma se ne hai la possibilità potrai veramente viaggiare risparmiando tantissimo. Se non puoi, un consiglio può essere ad esempio evitare almeno di andare nelle mete più turistiche nel weekend, quando i prezzi sono spesso più alti.

4. Flessibilità

Che tu viaggi in alta o bassa stagione, la flessibilità delle date può fare risparmiare tantissimo. Avere anche solo 2/3 giorni di margine per prenotare l’andata e il ritorno può permetterti di evitare i giorni in cui viaggia la maggior parte delle persone e spendere poco diventerebbe impossibile.

5. Viaggia leggero

Il top sarebbe viaggiare con il solo bagaglio a mano. È vero che nei voli internazionali è quasi sempre compreso il bagaglio in stiva, ma non è detto che lo sia su eventuali voli interni low cost, dove aggiungerlo potrebbe costare molto. Inoltre un bagaglio leggero ti permetterà di camminare di più risparmiando sui mezzi come taxi e bus.

6. Compra una sim locale

Usare la tua sim fuori dall’Europa può essere costosissimo. Se pensi di aver bisogno di internet durante la giornata è meglio acquistare una sim locale, che spesso è veramente economica.

7. Usa il wifi gratuito

Se invece non hai necessità di usare internet durante la giornata, puoi risparmiare evitando di comprare la sim locale. Mantieni la tua, disabilitando la connessione dati e il roaming internazionale, e usa solo i wifi gratis che troverai di frequente in bar e ristoranti e in tutti gli hotel/ostelli. Usa questi wifi anche per scaricare tutto quello che ti servirà offline nella giornata: mappe (come Google Maps o Maps.me), biglietti, prenotazioni, libri, musica, film, ecc.

8. Iscriviti ai gruppi Facebook di viaggiatori in quel paese

In questi gruppi puoi trovare tantissimi consigli per risparmiare e sulla sicurezza, ma anche cercare compagni per condividere una macchina o un’escursione e ridurre le spese.

9. Fai un’assicurazione viaggio

Mai mai mai viaggiare senza! Magari 10 volte ti sembrerà di aver buttato i soldi perché non è successo nulla, ma se ti servirà, ti assicuro che verrai ripagato di tutte le altre volte e probabilmente molto di più. A conti fatti ti avrà fatto risparmiare. Trovi tutte le info nell’articolo con i consigli per scegliere la migliore assicurazione viaggio.

Trasporti

10. Usa le gambe!

È il consiglio numero 1: ogni volta che riesci ad evitare un mezzo di trasporto significa risparmiare. Anche solo 50 centesimi o 1 euro, sono tutti soldi che ci ritroviamo a fine giornata e vacanza.

11. Usa i mezzi pubblici

I trasporti specifici per i turisti (come gli shuttle) sono il mezzo più costoso insieme ai taxi. Informati se esiste un’alternativa come trasporto pubblico usato anche dai locali. Bus di linea, camioncini, pick-up di solito sono estremamente economici e ti avvicinano alla vita locale.

viaggiare spendendo poco trasporti
Un bemo, mezzo di trasporto locale a Bali e Lombok.

12. Informati sui prezzi

Altro consiglio essenziale è chiedere all’hotel/ostello quali sono generalmente i prezzi corretti delle tratte che dobbiamo fare. In questo modo i vari taxi e tuk tuk non l’avranno vinta se vi proporranno prezzi gonfiati.

13. Sharing

Quando arrivi in una località in bus, treno o aereo e devi prendere un taxi/tuk tuk, guardati attorno. Molto probabilmente qualcuno arrivato con te dovrà fare la stessa tratta e potrete condividere una corsa dividendo i costi. Allo stesso modo, chiedendo in ostello, puoi trovare compagni con cui dividere le spese di una barca o di un driver privato se volete fare la stessa tratta risparmiando molto.

14. Grab-Uber

Sono servizi di taxi online usatissimi all’estero. Scaricando l’app ti basterà inserire la tua posizione e dove vuoi andare. Ti verrà fornita la targa del conducente e l’importo. Dopo pochi minuti il taxi arriverà a prenderti. È più economico dei normali taxi, non devi sapere la lingua perché il conducente sa già dove portarti e non devi contrattare per ore. Questo servizio ci ha permesso veramente di viaggiare spendendo poco, spesso ha fatto la differenza.

Attenzione, in alcuni paesi sono vietati fuori dalle stazioni dei treni, bus o aeroporti. Ti basterà camminare pochi minuti appena fuori l’area per trovarli. Ultima cosa, più usi Grab e più accumuli punti che potrai usare per avere sconti nelle corse successive o per acquistare il cibo (Grab fornisce il servizio di cibo a domicilio).

15. Taxi/tuk tuk

Molto utili quelli prepagati in alcuni aeroporti e stazioni con tariffe già assegnate. Ricordati che dall’aeroporto è quasi sempre possibile prendere anche il bus, più economico taxi. Contratta sempre prima di salire specificando se il prezzo è a corsa o a persona e verificando che sia tutto incluso (pedaggi, parcheggi).

16. Driver privati

Contratta sempre il prezzo prima e non accettare il prezzo dal primo driver che incontri, ma chiedi ad almeno due diversi. I driver, nelle zone più turistiche, tendono a gonfiare i prezzi anche più del doppio. Perciò informati prima su internet o nel tuo alloggio su quali sono le giuste tariffe giornaliere. Concorda il percorso e gli orari. Paga solo a lavoro concluso.

17. Prenota fai da te treni e bus

Sono il mezzo principale per viaggiare low cost. Prenota fai da te, saltando intermediari come agenzie o hotel che prendono una commissione. Controlla anche se si può prenotare online o tramite app, dove a volte ci sono sconti o cashback. Per treni e bus puoi risparmiare acquistando la corsa direttamente nelle biglietterie in stazione o nei terminal, mentre per gli shuttle turistici cerca i banchi delle compagnie, che solitamente si trovano nel centro turistico del paese.

18. Sfrutta treni e bus notturni

Per lunghi viaggi considera treni/bus notturni: viaggerai svegliandoti al mattino già a destinazione e risparmiando una notte in hotel!

19. Prenota treni e bus in anticipo

Non prenotare all’ultimo: se ci sono diverse compagnie e classi per una tratta, farai in tempo a scegliere la più economica prima che esaurisca.

20. Abbonamenti

Nelle grandi città valuta la convenienza di abbonamenti ai mezzi pubblici giornalieri o di più giorni che ti potrebbero permettere di viaggiare con poco.

21. 12GoAsia

In Asia c’è un’agenzia online chiamata GoAsia, che permette di prenotare tratte in bus, treno o aereo. Funziona anche quando le compagnie non hanno la vendita online! In questo caso il personale di GoAsia va fisicamente a comprare i biglietti e te li porta in hotel.
Ti sveliamo il nostro trucco. L’abbiamo sempre usata per documentarci sulla tratta che volevamo fare, per vedere se esiste, verificare l’orario e i prezzi più economici. A quel punto prenotavamo direttamente sul sito della compagnia o nei banchi fisici, risparmiando la commissione di GoAsia.

22. Evita i voli interni

Il nostro consiglio per risparmiare sui voli è non prenderli, se non indispensabile. Oltre al risparmio, ha un impatto positivo sull’inquinamento e l’ambiente te ne sarà grato. Prediligi il treno o i bus, che oltretutto di solito portano direttamente nel centro della città risparmiando su navette e taxi. Usare i mezzi locali, attraversare a piedi un confine via terra non è solo un modo per viaggiare spendendo poco, ma ti assicuriamo che è soprattutto un’esperienza meravigliosa e da non perdere.

23. Risparmia sui voli

Nel caso di utilizzo dell’aereo ti consigliamo questi piccoli trucchi per risparmiare:

  • Se riesci viaggia fuori stagione.
  • Avere date flessibili potrebbe farti viaggiare risparmiando molto (ad esempio partire qualche giorno prima della chiusura di Natale e rientrare dopo l’Epifania).
  • Prima di fare la ricerca cancella tutti i cookie dal browser.
  • Fai la ricerca sempre in modalità incognito.
  • Non acquistare voli nei weekend. Pare che il momento migliore per prenotare sia il pomeriggio dei giorni infrasettimanali.
  • Dopo aver fatto la ricerca su siti low cost come skyscanner, confronta sempre i prezzi sul sito della compagnia aerea.
  • Non comprare i servizi accessori come imbarco prioritario, servizi sms, scelta posti anticipata: sono servizi non importanti che fanno lievitare il prezzo.

24. Bicicletta

Bellissimo modo ecologico ed economico per spostarsi in certe città, scoprire i dintorni, passeggiare tra le risaie, raggiungere la spiaggia. Il noleggio di una bici per un giorno costa meno di uno scooter e a volte hotel e ostelli le mettono a disposizione gratuitamente.

25. Autostop

Infine, il mezzo per viaggiare low cost meno convenzionale, l’autostop. Se è la prima volta, cerca info se in quel paese è semplice o abituale fare autostop, scegli una tratta breve e fai il tuo primo test per vedere se è un modo di viaggiare adatto a te.

Alloggi

26. Prenota l’alloggio in anticipo

Molti preferiscono scegliere sul posto senza prenotare nulla. Ha il vantaggio di vedere direttamente la struttura e non perdere i soldi se cambi programma. Si rischia però di vagare con gli zaini da una struttura all’altra per cercare la più economica, per poi scoprire che, magari, era la prima trovata! Dopo averlo fatto diverse volte, noi abbiamo optato per prenotare in anticipo. Infatti le volte che abbiamo vagato per ore ci siamo sempre resi conto che alla fine tutte le soluzioni erano in linea con i prezzi online. Questo vale per i paesi dove siamo stati, perché cambia molto da paese a paese.

Sconsigliamo di prenotare con troppi giorni di anticipo per non perdere i soldi se cambi programma. La nostra tattica per viaggiare spendendo poco è prenotare online una tappa per volta, al massimo 2 gironi in anticipo. Prenotiamo solo la prima notte, per avere già un punto fisso appena arrivati. Il giorno successivo possiamo confermare altre notti, o cercare qualcosa di più economico o migliore con tutta calma. Inoltre prenotando il giorno prima, o addirittura il giorno stesso, il rischio di annullare per cambio piani sarà minimo.

Se la tua vacanza è breve e in alta stagione, può aver senso prenotare tutto in anticipo. Avrai un po’ il rischio di cambiare programma, ma anche il grande vantaggio di accaparrarti le strutture più low cost prima che esauriscano risparmiando molto.

27. Cerca su Booking/Agoda

Per noi il modo più veloce e affidabile per avere un’idea dei prezzi e prenotare in anticipo (anche solo di qualche ora). Mentre in altri paesi capita che gli stessi gestori di hotel propongano di saltare l’intermediario Booking in cambio di uno sconto, in Asia ci è capitato il contrario: i proprietari ci consigliavano di prenotare direttamente con Booking per risparmiare.

28. Confronta i prezzi tra Booking e di Agoda

Quest’ultima è molto usata in Asia e a volte offre prezzi migliori o ha strutture che su Booking non sono presenti. Inoltre ha diversi sconti, come lo sconto 24 ore last minute, e invia sempre per e-mail dei codici sconto per le prenotazioni successive!

29. Dormire in ostello non sempre costa meno

Soprattutto se viaggi in coppia. Spesso puoi spendere meno con una camera doppia rispetto a due letti singoli in dormitorio. Quindi se sei in coppia o con amici, considerate questa opzione.

viaggiare risparmiando alloggi
In questo ostello ad Amed (Bali) la stanza doppia è costata 9 euro, meno di due letti in dormitorio.

30. Verifica se è inclusa la colazione

A parità di prezzo con hotel senza colazione ti permetterà di risparmiare molto sul costo dei pasti. Noi spessissimo facciamo colazioni abbondanti (in Asia sono quasi sempre salate, quindi un bel piatto di fried rice mattutino non ce lo toglie nessuno), saltando così il pranzo (o mangiando un frutto) e arrivavamo tranquillamente a cena senza problemi.

31. Scegli la zona migliore

Se dormire nella zona centrale o più comoda è costoso, prova a verificare se esistono zone meno care ma comunque comode per raggiungere le attrazioni con i mezzi pubblici. Magari dormire più lontano ti costerà 20€ in meno, a fronte di 0,50€ di bus o metro per raggiungere il centro.

32. Couchsurfing

Couchsurfing è un portale di sharing economy dove proprietari di casa offrono gratis un letto o una camera nella propria casa. Oltre ad essere un modo per conoscere il posto grazie ai local ti farà risparmiare sull’alloggio.

Attenzione però, non va usato per viaggiare spendendo poco! Lo spirito è usare questa piattaforma per conoscere persone nuove ed immergersi in stili di viti diversi accompagnati da chi conosce bene il posto. Se vuoi solo dormire gratis, evita.

33. Workaway

Esistono diverse piattaforme ad abbonamento annuale di 20/50€, come Helpx, Workaway, Worldpackers, dove persone offrono gratis alloggio (e a volte anche i pasti) in cambio di piccoli lavoretti. Puoi aiutare con i check-in e le pulizie in ostello, lavorare in progetti di coltivazioni, fare lavoretti di manutenzione in case private, fare babysitter o insegnare inglese e tanto altro (qui trovi la nostra esperienza in un rifugio per cani e gatti in Thailandia).

Solitamente viene richiesto di rimanere per un minimo di giorni, per cui non è pratico per chi è in vacanza per poco tempo. Ma su viaggi lunghi è una bellissima esperienza e permette anche di viaggiare risparmiando.

Come Couchsurfing, non è un modo per viaggiare low cost! Lo scopo di tutte le forme di sharing è lo scambio di esperienze, di storie, di cultura, un modo per conoscere e imparare cose nuove.

34. Appartamento

Se rimarrai fermo in una località per diversi giorni considera la possibilità di affittare un appartamento cercando online o su Airbnb. Soprattutto se siete in un gruppo di amici può essere molto conveniente e inoltre ti permetterà di cucinarti da solo i pasti, risparmiando ulteriormente.

35. Tenda

Valuta se dove andrai è possibile andare in campeggi o fare campeggio libero, ti darà una grande libertà e ti permetterà di viaggiare veramente con poco.

36. Scambio casa
Come puoi intuire si tratta di scambiare la tua casa con un’altra persona in qualsiasi parte del mondo risparmiando sul pernottamento. Esistono portali specifici dove puoi mettere il tuo annuncio e cercare le altre case a fronte di una quota annuale.

Pasti

37. Colazione inclusa

Uno dei trucchi più importanti per viaggiare spendendo poco è cercare un alloggio con colazione inclusa. Facendo una colazione sostanziosa (per esempio un bel piatto di riso, o un’omelette) siamo sempre riusciti a fare un pranzo molto economico con qualcosa di leggero, come un po’ di frutta o uno snack di street food. La sera un altro piatto principale e abbondante.

38. Mangia local

Noi adoriamo lo street food e i ristorantini dove mangia la gente del posto. Qui mangerai cibo tipico, spendendo poco e i tuoi soldi non andranno ad una catena internazionale, ma alle persone locali.

come viaggiare low cost street food
Una dolcissima signora birmana che ci prepare una crepe dolce.

39. Mercati

Usa il più possibile i mercati, dove puoi trovare frutta e snack locali a prezzi molto economici. Invece di bar e negozi turistici, prova anche i supermercati, dove troverai probabilmente le stesse cose ma spendendo meno.

40. In aeroporto

Se hai scali lunghi in aeroporto, se riesci porta con te il cibo da fuori. Mangiare in aeroporto infatti è sempre molto costoso! Sull’ultimo volo di rientro in Italia, portandoci la “schiscetta” con una frittata da casa non abbiamo speso un euro durante lo scalo risparmiando tantissimo!

41. Utilizza la borraccia

  • Molti ostelli e hotel hanno il boccione dell’acqua gratis, riempi qui la borraccia e portala con te!
  • Invece di comprare tante bottigliette, puoi comprare una tanica da 5 litri da tenere in stanza e con quella riempire la borraccia. Ti farà risparmiare e sprecherai meno plastica.
  • App Refillmybottle nel mondo o Fontanelle in Italia: in base alla tua posizione gps queste app troveranno le fontane e i negozi dove potrai riempire la borraccia gratis o con pochissimi centesimi. Questo consiglio per risparmiare per noi è stata la svolta!

Escursioni

42. Seleziona

Prima di partire leggi qualche diario di viaggio per capire quali escursioni possono interessarti e quali no e controlla anche le recensioni di chi le ha fatte (su Tripadvisor ci sono spesso). Eviterai di buttare soldi in attività deludenti o che non sono di tuo gusto.

43. Fai da te

Verifica se la stessa escursione organizzata dalle agenzie è fattibile fai da te. Oltre a risparmiare le cifre a volte senza senso delle agenzie, potrai goderti l’attività in completa libertà e con i tuoi tempi.

44. Card per turisti

Soprattutto nelle grandi città, informati se esistono le tessere per turisti che ti permettono di accedere ad un certo numero di attrazioni con un solo abbonamento risparmiando sui singoli ingressi. In base a quante attrazioni incluse sono di tuo interesse, valuta se conviene la tessera o comprare i singoli ingressi.

45. Free walking tour

Negli ultimi anni sono diventati popolari soprattutto nelle città i free walking tour, cioè visite delle principali attrazioni della città organizzate gratuitamente da persone del posto. Sono molto interessanti e a volte in diverse lingue. Alla fine, se sei soddisfatto, una mancia è gradita anche se non obbligatoria.

46. Sharing

Se trovi altri viaggiatori interessati ad un’escursione provate ad aggregarvi. Insieme potreste ottenere uno sconto maggiore, o risparmiare dividendo in più persone il costo di un driver, o il noleggio di una barca.

Gestione soldi

La gestione soldi è uno degli aspetti essenziali per viaggiare spendendo poco, per questo abbiamo scritto un intero articolo con tutti i consigli per risparmiare in viaggio su bancomat e carte. Qui ti riportiamo alcuni consigli base.

47. Pensa ad aprire un conto per viaggiare

Informati sulle commissioni della tua banca fuori dall’Italia. Alcune banche hanno condizioni molto vantaggiose per le operazioni internazionali e senza costi fissi. Un conto di questo tipo, dove mettere solo i soldi per i viaggi, potrebbe permetterti di viaggiare in modo molto più economico.

48. Paga in valuta locale

Anche se li accettano, non pagare in euro o dollari: il cambio sarebbe svantaggioso, soprattutto e se applicato dai venditori ambulanti. Inoltre quasi sicuramente riceverai il resto in moneta locale e sarebbe impossibile controllare se è tutto corretto.

49. Non cambiare in aeroporto

In aeroporto evita come la peste i carissimi uffici di cambio e ritira contanti ad un ATM il minimo necessario per pagare in valuta locale i taxi e le prime spese. Il resto lo preleverai in città.

50. Prova più banche

Le banche del posto possono avere spese fisse sul singolo prelievo diverse. Provane più di una per trovare la più economica o informati online sui forum. Se queste spese sono alte, non fare tanti piccoli prelievi, ma risparmia con pochi e di importo maggiore.

51. Cambio

Informati online sul tasso ufficiale e cerca l’ufficio che ci si avvicina di più. Poi a qualche giorno dalla fine della vacanza fai una stima di quanto ti servirà per non trovarti al momento della partenza con troppo contante da cambiare, sempre svantaggioso.

52. Carta di credito

Non usare mai la carta di credito per prelevare, a meno di emergenze: ha spese altissime.

Domande su come viaggiare spendendo poco?

Speriamo che questa piccola guida ti sia stata utile. È sicuramente solo una piccola parte dei consigli per viaggiare low cost, ma è già un ottimo punto di partenza!
Per scoprire tanti altri consigli come questi e per scoprire insieme posti unici dell’Asia seguici sulla pagina Instagram di _tiportovia.conme_

Namaste!