tiportoviaconme > Destinazioni > Birmania, cosa vedere nel paese delle mille pagode d’oro

Birmania, cosa vedere nel paese delle mille pagode d’oro

by tiportoviaconme

Se chiudiamo gli occhi sentiamo ancora l’odore del Myanmar, fatto di paan e incenso. Una terra che ci ha travolti, che abbiamo percorso con treni notturni, motorini e pulmini che brulicavano di gente. Siediti anche tu accanto a noi e lasciati trasportare tra le mille cose da vedere in Birmania.

Ti porteremo tra le pagode nella valle di Bagan, così immensa quanto magica, salteremo su un camion fino alla Golden Rock, una delle cose più belle che si possono vedere in Myanmar, poi giù fino a Yangon ed infine a Mandalay. La Birmania è questo e tantissimo altro.

Pronto?
Mettiti comodo, si parte.

Se ti stai documentando per partire, una risorsa imperdibile sarà la guida alla Birmania fai da te: consigli e itinerari per organizzare il tuo viaggio.

Yangon

Probabilmente Yangon sarà il punto d’inizio del tuo viaggio. È una grandissima città asiatica, con tutti i pregi e difetti. Per noi Yangon ha un sapore dolce, di palazzi vecchi dalle architetture coloniali, malmessi ma al tempo stesso affascinanti.

Troverai banchetti di street food a tutte le ore del giorno e in ogni angolino della città, parchi dove riposarti all’ombra di un albero e angoli dove il tempo pare essersi fermato.

Una cosa sicuramente da vedere è la Shwedagon Pagoda. È un imponente stupa coperto d’oro ed è la pagoda più sacra per i birmani. Un’altra cosa interessante da fare è percorrere la Circle Line, soprattutto se non hai in programma di viaggiare in treno. Questo treno fa un percorso circolare nei dintorni di Yangon e offre uno spaccato di vita quotidiana birmana. Credici, se andrai in Birmania non puoi perderti un viaggio in treno!

Anche la zona al di là del fiume, Dala, ti farà conoscere più a fondo come vive la gente locale. Un traghetto ti porterà alla scoperta di questo sobborgo che non ha niente a che vedere con la città più moderna, ma assomiglia più ad un piccolo villaggio.

E ora ci dirigiamo verso il nord del Myanmar. La prossima città è Mandalay, la conosci?

Birmania cosa vedere Yangon
La scintillante Swedagon pagoda di Yangon
Street food a Yangon

Mandalay

Mandalay è una città più moderna rispetto a Yangon ma non per questo meno affascinante. Sempre grande, caotica e piena di gente. Sei pronto a camminare?

In città potrai arrivare fino alla Mandalay Hill, una collina alla cui sommità sorgono pagode e monasteri e dove avrai una vista su tutta la città (noi abbiamo fatto tutto il tragitto a piedi, dalla città fin su alla collina!). Poco distante troverai la Kuthodaw Pagoda, uno stupa che contiene il libro più grande al mondo, ed il monastero Shwenandaw, completamente realizzato in teak. Nei dintorni della Mandalay Hill si trova anche il palazzo reale di Mandalay, di grande importanza storica, ma non molto interessante da vedere.

Spostandoti dal centro della città ci sono molte cose da vedere. Sagaing, una città vicina ad un fiume con una pagoda molto famosa. Altra tappa classica è Inwa, famosa per il ponte U Bein Bridge, il più lungo della Birmania completamente fatto di legno. Infine Mingun, una città a pochi km da Mandalay dove potrai visitare la pagoda incompiuta di Mingun e la pagoda bianca Hsinbyume.

U-Bein bridge Mandalay
Il famoso U-Bein bridge, bello da vedere al tramonto, anche se molto affollato.

Bagan

Hai presente le fotografie con decine di mongolfiere in cielo all’alba e come sfondo una valle con centinaia di pagode? Probabilmente Bagan non ha bisogno di presentazioni. È una delle mete più turistiche ma è sicuramente anche al top delle cose da vedere in Birmania, promette un’esperienza unica.

La sua visita meriterebbe diversi giorni (meglio tre), in modo da goderti a pieno questo luogo magico e poter aspettare sia l’alba che il tramonto. La cosa migliore è noleggiare una bicicletta o uno scooter elettrico per perderti nelle stradine e scovare i templi meno noti. Nonostante sia così turistica, se ti addentri nella piana prima o poi ti ritroverai solo su una pagoda e sarà meraviglioso.

Birmania cosa vedere Bagan

Lago Inle

Il lago Inle è un’altra meta importante della Birmania e per questo anche molto turistica. È un lago famoso per i suoi orti galleggianti, i villaggi costruiti sulle palafitte, i vari laboratori artigianali e i pescatori intha. Hai mai sentito parlare dei pescatori che remano con la gamba? Anche se questa pratica viene ancora usata, purtroppo oggi nelle escursioni è sempre più frequente vedere chi si mette solo in posa per farsi fotografare in cambio di una mancia.

Pianifica almeno un paio di giorni in questa zona perché ci sono diverse cose da vedere. Ad esempio, una bella gita in barca sul lago con la visita ai mercati itineranti e ai villaggi su palafitte oppure visitare la pagoda Phaung Daw oo, uno dei templi più visitati del lago Inle, e il monastero dei gatti saltatori.

Qualche riga vogliamo dedicarla alle “donne dal collo lungo” che troverai al lago Inle. Se non ne hai mai sentito parlare, sono donne dell’etnia Padaung che usano anelli da collo che ne abbassano le spalle dando l’impressione di un collo allungato.

Un conto è andare nei loro villaggi, capirne la storia e la vita, approcciarsi con spirito di curiosità e scambio culturale. Ma non è quello che avviene al lago Inle, dove troverai un paio di signore ad aspettare i turisti che dopo la foto-cartolina torneranno al loro tour senza aver imparato nulla, ma con una bella foto da esibire. Questo non è il tipo di turismo responsabile in cui crediamo.

Birmania Lago Inle

Hpa-an

Questa piccola cittadina è stata il nostro impatto con la Birmania. Entrando dal confine thailandese (Mae sot–Myawaddy), dopo quattro ore di macchina su una strada impolverata, si arriva a Hpa-an. Piccola, a misura d’uomo e circondata da colline verdi è stata una scoperta meravigliosa, assolutamente da vedere.

Potrai noleggiare un motorino per pochi euro al giorno e perderti tra le campagne. Si può iniziare visitando le grotte con migliaia di Buddha tipiche di Hpa-An (la più famosa e bella da vedere è Kawgun Cave), proseguire esplorando Kyauk Ka lat, una pazzesca pagoda sospesa su una roccia in mezzo a un lago, e terminare la giornata con un meraviglioso tramonto sul fiume dal centro della città.

Se ti piace camminare potrai fare anche due trekking. Uno meno impegnativo alla Hpan pu mountain e quello più tosto ma meravigliosamente bello al Monte Zwekabin.

Grotte di Buddha Hpa-An Birmania
I mille Buddha della Kawgun Cave.

Kyauk Kalap pagoda Hpa-An Birmania
Eccola la pagoda di Kyauk Kalap su una roccia in bilico.

Golden rock

Uno dei tre siti religiosi più importanti per il buddismo birmano e secondo noi è una delle cose da vedere più belle in Birmania. È una roccia ricoperta d’oro che secondo la tradizione riesce a rimanere in equilibrio grazie ad una ciocca di capelli di Buddha.

Una volta arrivati in vetta si entra nel sito religioso scalzi e verrai travolto da un senso di pace e di spiritualità come in pochi altri posti al mondo. È vero, c’è tantissima gente ma la maggior parte sono pellegrini (quando ci siamo andati in gennaio c’erano pochissimi turisti). Il nostro consiglio? Visitala nel pomeriggio e rimani a goderti il tramonto.

Golden Rock Birmania

Monywa

Monywa è una piccola cittadina fortunatamente ancora fuori dai percorsi turistici. Ci siamo stati due giorni per spezzare il viaggio verso il confine con l’India e dobbiamo dire che ne è valsa la pena. I dintorni di questa città riservano infatti alcune delle cose da vedere più belle in Myanmar.

Noleggiando uno scooter si arriva al distretto buddhista di Maha Bodhi Tahtaung, molto famoso per il suo Buddha gigante, una delle statue più grandi al mondo che ti lascerà senza parole. Altri luoghi da non perdere sono la Thanbodday Pagoda, la pagoda dei 500.000 Buddha, e il Pho Win Taung, un complesso di decine di grotte che abbiamo visitato completamente da soli, dove pare che il tempo si sia fermato.

Grotte con Buddha Monywa Birmania
Una delle tantissime grotte con Buddha e completamente dipinte.

Pindaya

Pindaya è un paesino nello stato dello Shan facilmente raggiungibile dal Lago Inle, spesso inclusa come gita giornaliera dal lago o sul il tragitto per Mandalay. I suoi dintorni offrono un paesaggio fatto di campi colorati e colline. Da Pindaya partono alcuni trekking (meno rispetto a Kalaw) di due o tre giorni proprio nelle colline vicine, dove si dorme a casa dei locali e ci si può immergere in un realtà birmana ancora autentica.

Cosa vedere a Pindaya che vale veramente la pena? Perché dovresti passare anche solo una giornata qui? Per vedere le Pindaya Caves, le famose grotte completamente tappezzate da statue del Buddha, dove potrai immergerti nelle viscere della montagna accompagnato da migliaia di statue dorate.

Grotte di Buddha Pindaya Birmania

Kalaw

Kalaw è una meta diventata piuttosto famosa per gli amanti del trekking. Da qui, infatti, partono tantissimi trekking per il Lago Inle e Pindaya. È una cittadina piccola, in collina, dove le temperature ti faranno prendere respiro dall’umidità della pianura. Se andrai a Kalaw ricordati l’abbigliamento pesante, soprattutto per la notte (10-15 gradi in inverno).

Per i trekking potrai affidarti alle tante agenzie che troverai sul posto, loro ti offriranno una guida per i giorni che desideri. Solitamente i trekking non sono molto faticosi e durano dai due ai tre giorni.

Monte Popa

Situato al centro della Birmania possiamo consigliarlo come posto da vedere se si ha tempo. Chiamato anche il monte Olimpo della Birmania, è considerato la casa dei Nat, i potenti spiriti del Myanmar.

È un vulcano spento sulla cui cima si trova un monastero buddista. Per raggiungere la vetta dovrai salire i 777 gradini a piedi scalzi tra numerosi macachi (simpatici, ma da non disturbare e soprattutto non dare loro da mangiare se non vuoi essere importunato) e bancarelle di ambulanti con souvenir e cibo. Una volta in cima la vista è meravigliosa e il panorama si estende fino a Bagan.

Monte Popa Birmania

Bago (o Pegu)

La vicinanza con Yangon la rende facilmente raggiungibile in treno o bus in poche ore. Come per altre cittadine, anche a Bago la cosa migliore è perdersi per scoprire le sue splendide pagode. Come la famosa Shwemawdaw Pagoda, con lo stupa più alto di tutta la Birmania, o la Hintha Gon Paya, dalla quale potrai vedere una splendida vista su tutta la città e i quattro Buddha di Kyaikpun. Bago è disseminata di pagode. Perditi per scoprirne altre!

Se hai tempo, una cosa da vedere potrebbe anche essere il monastero del serpente, dove vive ed è venerato un boa che dovrebbe avere circa 120 anni e si dice sia la reincarnazione di un monaco.

Bago Birmania
I quattro maestosi Buddha di Kyaikpun.

Volontariato

Se sei interessato al volontariato, possiamo consigliarti il Thabarwa centre vicino a Yangon. È un centro fondato da un monaco buddista per dare accoglienza a persone di ogni età senza casa o che hanno bisogno di assistenza. Il volontariato è completamente gratuito, vitto e alloggio sono inclusi e se non si ha molto tempo è possibile trascorrere qui anche solo pochi giorni.

Le mansioni prevedono l’assistenza ai pazienti, che può significare fisioterapia, igiene, medicazioni, ma anche semplicemente aiutare in cucina, distribuire frutta o snack e fare compagnia ai paziente. Potrai scegliere liberamente di cosa preferisci occuparti. Per tutti i dettagli puoi leggere l’articolo dedicato al volontariato in Birmania a Thabarwa.

Domande su cosa vedere in Birmania?

È incredibile quante cose da vedere ci siano in Birmania vero? E questa è solo una selezione! Speriamo di esserti stati utili e se hai qualsiasi domanda o richiesta, scrivici pure sui nostri canali social, siamo sempre a disposizione.
Buon viaggio!

Seguici nel nostro viaggio di solo andata anche sulla pagina Instagram di _tiportovia.conme_
Namaste

Ti potrebbero interessare