tiportoviaconme > Consigli di viaggio > Cosa mettere nello zaino per un viaggio zaino in spalla (con lista scaricabile)

Cosa mettere nello zaino per un viaggio zaino in spalla (con lista scaricabile)

by tiportoviaconme
Cosa mettere nello zaino per un viaggio

Leggerezza e praticità: sono le regole di ogni backpacker per decidere cosa mettere nello zaino per un viaggio. Considera che partire zaino in spalla per un lungo viaggio o una settimana non fa differenza, l’attrezzatura è la stessa e i vestiti si organizzano per avere 4/5 cambi e poi si lava!

A queste parole aggiungiamo ecologico. Dobbiamo impegnarci a viaggiare responsabilmente e quello che scegliamo di portare nello zaino può aiutare a ridurre il nostro impatto ambientale. Per questo, prima di fare un nuovo acquisto, valuta bene se quello che hai già può andar bene.

Ovviamente la lista dipende anche dal tipo di viaggio. Questa è il frutto del nostro viaggio zaino in spalla in ostelli e guesthouse e ti permetterà di viaggiare in climi caldi, affrontando alcuni momenti freddi come trekking o giornate di pioggia. Se campeggerai o andrai in climi molto freddi basterà aggiungere l’attrezzatura da campeggio e più vestiti caldi.

Tutti gli oggetti che ti consigliamo sono quelli che usiamo tutti i giorni in viaggio. Li abbiamo sperimentati sulla nostra pelle, studiando, provando e selezionando in modo maniacale.

Vestiti

  • Usa un abbigliamento rispettoso per il paese che visiti. Ricordiamo sempre che siamo ospiti in casa d’altri. Inoltre rispetta anche l’ambiente scegliendo vestiti eco-friendly quando possibile e investendo in abbigliamento di qualità che dura anni.
  • Non portare in viaggio un cambio al giorno, neanche di intimo. Bastano 4/5 cambi per avere un po’ di autonomia e poi si lava. Scegli vestiti comodi con cui ti trovi a tuo agio, con tessuti che asciugano velocemente e non si stropicciano troppo. Meglio se si abbinano tutti tra loro per aumentare le combinazioni disponibili.
  • Vestiti a strati per adattarti ad ogni clima con flessibilità: un primo strato traspirante per mantenere la temperatura corporea e tenere asciutti, un secondo (felpa) per tenere caldo, un eventuale terzo (giacca) se le temperature sono più basse ed un quarto impermeabile e traspirante.

MAGLIETTE: come dicevamo 4/5 magliette sono sufficienti, in materiale traspirante che asciuga velocemente e che non puzzi dopo due volte.

MAGLIETTA TECNICA: abbiamo investito anche in una maglietta tecnica super traspirante e compatta da tenere sempre nello zaino. In trekking o escursioni rimanere asciutti fa la differenza e nello zaino occupa pochissimo.

INTIMO TERMICO: consiste in una maglia a maniche lunghe e un pantalone aderenti e traspiranti da mettere come primo strato per tenere caldo in caso di freddo intenso.

FELPA TECNICA: consigliamo di investire in un capo tecnico, caldo e traspirante per le escursioni. Inoltre essendo molto compatto, sarà semplice da portare sempre con sé in caso di mezzi con aria condizionata o per serate fresche. In climi molto freddi sarà meglio mettere nello zaino un paio di felpe aggiuntive.

GIACCA: quando il freddo aumenta è essenziale un ulteriore strato da aggiungere alla felpa, che deve essere caldo e anche comprimibile per essere portato sempre nello zaino.

MANTELLINA IMPERMEABILE: qui ci sono due opzioni. Un “guscio” tecnico impermeabile e traspirante (per non fare l’effetto sacco dell’immondizia) che protegge busto e braccia, oppure una mantellina/poncho, meno traspirante, ma che essendo più lunga protegge un po’ le gambe e può essere messa anche sopra allo zaino. Noi in viaggio le abbiamo entrambe: un guscio tecnico Salomon fantastico che sta in una tasca ed una mantellina Ferrino.

PANTALONI: due paia di pantaloni corti che si abbinino a tutte le magliette sono sufficienti. Ricorda che in alcuni paesi è più abituale indossare pantaloni/gonne lunghi e come visitatori ci sembra rispettoso adeguarsi.

PANTALONI DA TREKKING: utili per camminate in montagna ed escursioni, ma anche sui mezzi dove l’aria condizionata è glaciale. Li consigliamo lunghi per proteggersi da polvere, sole, piante e chiari per individuare eventuali zecche.

SCARPE: la scelta è molto personale. Noi usiamo per tutti i giorni le Birkenstock: comodissime ed esistono anche di gomma per le stagioni delle piogge. Come scarpa chiusa abbiamo scelto un modello Salomon che usiamo sia quando serve semplicemente una scarpa chiusa che per i trekking, in modo da risparmiare spazio nello zaino.

INFRADITO: un paio di havaianas per il mare o da usare nei bagni in comune non deve mancare nello zaino.

SCARPE DA SCOGLIO: utilissime al mare, ma anche per attraversare fiumi e fare il bagno sotto una cascata.

PIGIAMA: una maglietta/canotta e pantaloncino leggeri possono essere utili nelle camerate miste per non girare in mutande.

INTIMO: 2 reggiseni, 4/5 mutande e calze se usi scarpe chiuse, oppure 2 paia di calze se le usi soprattutto aperte, più un paio da trekking per camminate lunghe.

COSTUME: in viaggio è sempre utile averne uno, due da alternare se si fa un periodo lungo di mare.

MAGLIA DA SNORKELING: utilissima per proteggersi dal sole evitando di usare creme solari che danneggiano la vita marina (qui puoi approfondire come fare snorkeling sostenibile) e che comunque dopo un po’ tendono a togliersi.

FASCIA SCALDACOLLO LEGGERA: può fare da sciarpa, proteggere la testa dal sole (sostituendo ingombranti cappelli) e riparare naso e bocca dalla povere.

SCIARPA: importante da mettere nello zaino da tutti i giorni per ripararsi dall’aria condizionata e utile per coprire le spalle per entrare nei templi.

Abbigliamento per il nostro lungo viaggio
Attrezzature per escursione notturna sul vulcano Ijen: scarpe e pantaloni da trekking, 3 strati (maglietta, felpa e giacca), scaldacollo, torcia frontale, macchina fotografica, treppiede.

Accessori da viaggio

LUCCHETTO: ne abbiamo nello zaino sempre due a combinazione (così non si perde la chiave) per gli armadietti degli ostelli. Scegli un lucchetto TSA in modo che le autorità USA possano aprirlo per controlli senza romperlo.

TAPPI PER LE ORECCHIE: in cera o spugna per dormire tranquilli in dormitorio.

SACCO LENZUOLO: utile nelle cuccette dei treni, in caso di dubbi sull’igiene del letto o come coperta. Consigliato in seta che è leggera e poco ingombrante.

FILO PER STENDERE: di solito negli ostelli c’è, ma un piccolo filo resistente da mettere nello zaino fa sempre comodo.

FERMAPORTA: è un cuneo da infilare sotto la porta della tua stanza per impedirne l’apertura dall’esterno. Una sicurezza in più soprattutto se si viaggia da soli.

TORCIA FRONTALE: un must in viaggio! Utile in treni notturni, ostelli, escursioni di notte, ecc. Meglio impermeabile e che possa essere usata sia con batterie ricaricabili che standard, come la nostra torcia.

NASTRO AMERICANO: essenziale per riparazioni di emergenza di scarpe e zaino.

KIT RIPARAZIONE: con spago, elastici, scotch, forbici e kit da cucito.

OCCHIALI DA SOLE: importante che abbiano una buona protezione UV, non delle bancarelle.

MASCHERA E BOCCAGLIO: sì ingombrano molto nello zaino, ma se dobbiamo fare snorkeling proferiamo usare i nostri che affittare quelli che usano tutti.

BOLLITORE: noi abbiamo adorato il nostro bollitore da mezzo litro per fare caffè, tè e per i noodle istantanei tipici in Asia.

CARTELLINO VALIGIA: non dimenticarti di scrivere i tuoi recapiti in caso di smarrimento.

PENNE: almeno una da mettere nello zaino che tieni sempre con te anche in aereo per compilare i moduli dell’immigrazione e per prendere appunti.

CUSCINO DA VIAGGIO: noi non lo usiamo, ma molti non possono farne a meno.

COLTELLINO MONOUSO: essenziale da mettere nello zaino in viaggio per qualsiasi evenienza.

GUIDA DI VIAGGIO: anche se noi usiamo sempre il pdf sul telefono, dobbiamo ammettere che la guida cartacea ha molti vantaggi, anche se spesso è un vero mattone da portare nello zaino!

BLOCCO NOTE: per tenere appunti e pensieri di viaggio.

CIBO: in viaggio in genere non serve portare nulla da casa, ma può essere utile per evitare di mangiare in aeroporto dove i prezzi sono folli.

FARMACI DA VIAGGIO: non abbiamo titolo per indicarti farmaci in particolare, ma ti consigliamo di consultare il tuo medico prima di un viaggio. Ricordati di controllare che non ci siano limiti di importazione per certi farmaci o per grandi quantità o se servono dichiarazioni particolari.

GEL IGIENIZZANTE: ormai lo dovremmo usare tutti

REPELLENTE ZANZARE: se vai in zone a rischio malattie, assicurati che abbia un’alta percentuale di DEET.

Accessori per ridurre la plastica monouso in viaggio

Per rispettare il luogo che visitiamo è fondamentale ridurre al minimo il nostro impatto ambientale e cosa scegliamo di mettere nello zaino può darci un grande aiuto per viaggiare più eco-friendly, soprattutto per evitare la plastica. Per questo abbiamo scritto un articolo specifico su come ridurre la plastica in viaggio, con semplici consigli di comportamento e di accessori da portare con te.

Sacche, zainetti, contenitori

ORGANIZER DA VIAGGIO: una svolta per dividere i vestiti, tenere ordinato lo zaino e risparmiare spazio!

SACCA IMPERMEABILE: può servirti per tenere le cose al sicuro se prevedi escursioni in barca o kayak.

ZAINO TASCABILE: 3€ da Decathlon. La comodità è quella che è, ma in emergenza fa il suo dovere e chiuso sta in una mano.

BUSTE PORTA DOCUMENTI: cartelline o buste impermeabili per mettere al sicuro i documenti che sono la cosa più importante in viaggio.

MARSUPIO O CINTURA PORTASOLDI: un buon sistema per evitare gli scippi.

SACCHETTI DI PLASTICA: un paio riciclati e compostabili per ogni evenienza e per mettere eventuali vestiti bagnati.

Elettronica da portare in viaggio

SMARTPHONE: alleato indispensabile in viaggio, meglio se dualSim per avere anche una Sim locale con internet. Ricorda anche gli auricolari per ascoltare musica nei momenti morti.

POWERBANK: indispensabile da mettere nello zaino di tutti i giorni per non rimanere senza batteria sul più bello.

KINDLE: se sei abituato a viaggiare non puoi fare a meno del kindle, con migliaia di libri in pochissimo spazio. Inoltre se rimani all’estero molto tempo ti permette di comprare libri in italiano che altrimenti non troveresti. Consigliato quello retroilluminato per leggere anche al buio.

MACCHINA FOTOGRAFICA: la nostra inseparabile compagna di viaggio è la Fujifilm X-T3 con un 18-135mm, di qualità buona e versatile. In passato portavamo anche ottiche fisse, ma in viaggio le esigenze cambiano di continuo e cambiare obiettivo è spesso complicato, quindi abbiamo optato per leggerezza e comodità con un tuttofare. Ricorda anche una scorta di schede SD organizzate in un pratico porta schede e un kit di pulizia.

BATTERIE AGGIUNTIVE: le batterie delle mirrorless durano meno delle reflex e in viaggio potresti rimanere un paio di giorni senza corrente. Consigliamo di portare nello zaino due batterie aggiuntive ed un caricabatterie doppio come il nostro.

TREPPIEDE: un treppiede per smartphone piccolo e snodato lo abbiamo sempre in viaggio.
Se te ne serve uno classico per la reflex è una nota dolente, perché occupa tantissimo ed è pesante. Noi abbiamo optato per questo treppiede compatto e in fibra di carbonio (pesa meno di 1kg).

CASSA MUSICA: opzionale. Noi portiamo sempre questa cassa della JBL impermeabile e leggera.

COMPUTER PORTATILE: utile solo se devi lavorare, o per un lungo viaggio per salvare foto o guardare film, altrimenti il telefono è sufficiente. Noi abbiamo un MacBook da 13 pollici per lavoro ed editing foto/video. In climi caldi consigliamo un supporto per non surriscaldarlo.

HARD DISK: importante per salvare le foto se fai un lungo viaggio e hai un portatile.

DRONE: il drone da viaggio definitivo per noi è il DJI mini 2 in kit con due batterie aggiuntive, grande come un telefono e di solo 249g. Comunque tra drone, radiocomando e batterie l’ingombro nello zaino è notevole, quindi valutalo solo se lo userai spesso. Informati anche sulle norme del paese dove andrai.

GOPRO: anche qui GoPro, batterie e asta ingombrano, quindi portala se vuoi usarla durante sport, attività estreme o a rischio acqua. Per fare selfie e video un buon telefono è sufficiente per la maggior parte delle esigenze.

PRESE E ADATTATORI: porta un adattatore di corrente per le prese, meglio ancora uno universale. Spesso in ostello o in stanza hai a disposizione una sola presa, quindi porta anche una presa multipla per ricaricare più cose insieme. Se i tuoi dispositivi hanno attacchi usb diversi, invece di portare mille cavi portane un paio e poi compra degli adattatori e organizza tutto con un portacavi da viaggio.

Bagno e igiene personale

CREMA SOLARE: da mettere nello zaino sempre, non solo al mare, perché dal sole bisogna proteggersi SEMPRE. Scegline una reefsafe per non danneggiare la vita marina.

BAGNOSCHIUMA E SHAMPOO SOLIDI: oltre alla comodità di non avere liquidi nello zaino che possono aprirsi, durano una vita ed evitano il packaging di plastica. La scelta è molto personale, quindi non ne consigliamo uno in particolare, ma ti invitiamo a testarlo prima e a verificare che sia veramente sostenibile.

SPAZZOLINO E DENTIFRICIO: come scelta più sostenibile consigliamo uno spazzolino in bambù o uno elettrico che dura anni. Per il dentifricio attenzione alle ricette fai da te che rischiano di danneggiare i denti. Scegli ditte serie nel settore.

DEODORANTE SOLIDO: noi ci troviamo bene con l’allume di potassio, che evita la confezione in plastica e dura una vita.

ALTRI ARTICOLI DA BAGNO

  • spazzola
  • rasoio elettrico per barba e capelli
  • taglia unghie
  • pinzette
  • asciugamano grande in microfibra che fa anche da telo mare
  • sapone di Marsiglia per vestiti

Documenti da portare in viaggio

Sembrerà scontato, ma una piccola lista per un controllo prima di partire non fa male e può salvarti da problemi enormi:

  • passaporto: consigliato anche se viaggi in UE.
  • visto: se serve.
  • carta di identità
  • tessera sanitaria: soprattutto se viaggi in UE.
  • patente
  • patente internazionale: controlla se necessaria (e se serve con convenzione di Ginevra o Vienna). Anche se per noleggiare i motorini non te la chiedono, puoi avere problemi se ti ferma la polizia o in caso di incidente con l’assicurazione.
  • fototessere: fidati, possono sempre tornare utili.
  • copia cartacea e digitale su cloud di tutti i documenti sopra.
  • COVID: certificato vaccinale o qualsiasi dichiarazione o tamponi richiesti dal paese.
  • certificato dell’assicurazione con numeri di emergenza (leggi i consigli per scegliere l’assicurazione viaggio).
  • 2 bancomat con pin e numeri di emergenza (leggi come scegliere che carte portare i viaggio).

Kit primo soccorso

Un piccolo kit può essere veramente importante in ogni occasione ed è un ingombro che vale la pena mettere nello zaino.

  • ghiaccio secco
  • guanti anallergici
  • pinzette e pinzette per zecche
  • termometro
  • telo termico doppio lato
  • cerotti assortiti, cerotti per vesciche, cerotti di sutura
  • mascherine extra FFP2
  • gel per scottature
  • salviette disinfettanti
  • fischietto di segnalazione
  • cerotto a nastro
  • garze sterili
  • sacchetto sigillato per rifiuti speciali
  • kit per shock anafilattico
  • penna gel dopo puntura
  • pastiglie cloro per potabilizzare l’acqua

Cosa NON mettere nello zaino

PREGIUDIZI, RAZZISMO E MANCANZA DI RISPETTO: non ne abbiamo bisogno a casa, tantomeno in viaggio dove ci si confronta con un paese diverso.

UN CAMBIO AL GIORNO: lo abbiamo detto, per 15 giorni non portare 15 mutande e 15 maglie, la possibilità di lavare a mano o portare in lavanderia c’è sempre.

SACCO A PELO: non campeggiando non ne abbiamo mai sentita l’esigenza. Anche in posti freddi ci hanno sempre dato coperte in abbondanza. Se hai dubbi sull’igiene basta un sacco lenzuolo.

PANNELLI SOLARI: a meno che tu non vada in spedizione nel nulla lascia stare, la corrente c’è quasi ovunque e se prevedi alcuni giorni senza porta un paio di batterie aggiuntive e il powerbank.

PHON: in climi caldi non lo abbiamo mai usato. Valuta in base alla destinazione.

LIBRI: decisamente troppo ingombranti e pesanti nello zaino. Se lo usi tanto e per tanti anni, un ebook reader è anche una scelta ecologica.


Ed ora la mitica lista di Ale, da stampare e usare come checklist prima di partire. Con questa non abbiamo mai dimenticato nulla a casa! Buon viaggio!

(Nell’articolo sono presenti link affiliati. Se acquisti con questo link noi guadagnamo una piccola percentuale che ci permette di tenere vivo il blog, ma non influisce sul tuo prezzo di acquisto. Grazie per il sostegno!).